x
Destinazioni e percorsi

Naviga nella Costa Smeralda in Sardegna

  • Giulia
Di Giulia Pigozzo
5 Gennaio, 2022
Non c’è bisogno di attraversare l’Atlantico per immergerti in acque cristalline e navigare piacevolmente al sole. A poco più di 180 km dalla penisola, a nord-est della Sardegna, troviamo un luogo adatto agli appassionati del mare: una zona ricca di spiagge bianche, calette e paesaggi rigogliosi che ti accompagneranno durante tutta la navigazione.

La Costa Smeralda è il luogo ideale per una prima esperienza in barca, ma anche una meta imperdibile per i naviganti più esperti. Questa regione turistica, relativamente giovane, nasce negli anni ’60 grazie alla potente inversione economica realizzata dal principe ismailita Karim Aga Khan, affascinato dalle bellezze di questa zona paradisiaca. Al giorno d’oggi la Costa Smeralda è un foco turistico che attrae celebrità e non, durante tutto l’anno. Andiamo a scoprirne di più!
Tabella dei contenuti
Mostra
Nascondi
  • Navigare nella Costa Smeralda: cosa sapere?
  • I luoghi imperdibili della Costa Smeralda
  • Cosa fare in Costa Smeralda?
  • Idee ed itinerari per il nord della Sardegna

Navigare nella Costa Smeralda: cosa sapere?

Questa regione turistica si estende per circa 55 km, comprendendo il tratto di costa tra Porto Rotondo (il punto più meridionale) e Capo Ferro, a nord, località più vicina, in linea d’aria, alla penisola italiana. Difatti, la sua distanza dal Monte Argentario in Toscana è di 188 km, ovvero 101,5 miglia nautiche.

Condizioni meteorologiche
Navigare a vela in Sardegna è un’esperienza più che piacevole, essendo un’isola ventosa e dominata dal Mestrale, chiamato non per niente “il maestro della navigazione”. Questo vento, soffiando da Nord-Ovest, contribuisce ad abbassare in alta stagione il tasso di umidità presente vicino alla costa ed è di ottimo aiuto per solcare i mari. Nonostante, è bene tener presente che i mesi più ventosi nella Costa Smeralda sono soprattutto quelli invernali, che da ottobre ad aprile sono testimoni di correnti piuttosto violente, che soffiando a più di 120 km/h provocano spesso burrasche e mareggiate.
Le migliori stagioni per navigare in queste acque sono decisamente quelle più miti. Maggio e settembre, ad esempio, sono mesi perfetti per navigare in questa piccola parte del Mar Tirreno, privilegiando nelle giornate ventose spiagge e calette più protette.

Punti d’ormeggio
Per quanto riguarda le tappe, la Costa Smeralda offre vari approdi sicuri e stabili dove passare la notte o sostare la propria imbarcazione, vietando in modo assoluto l’ormeggio con ancora.
La Marina di Porto Cervo, nella zona nord della regione, dispone di circa 700 posti barca, oltre a numerosi servizi, e permette di richiedere la disponibilità per attraccare compilando un modulo sulla propria pagina web o contattando con loro attraverso i canali VHF 09, 16, 11. Anche la Marina Cala dei Sardi è un’altra ottima opzione eco-compatibile per ormeggiare sulla Costa Smeralda. Situato nella zona sud, nel Golfo di Cugnana, questo approdo galleggiante offre posto per 140 barche e fornisce diversi servizi di banchina tra cui l’ormeggio assistito, contattando il canale VHF 8.

I luoghi imperdibili della Costa Smeralda

Il nome “Smeralda” non è certo una coincidenza, il mare che avvolge questa terra è il protagonista di uno dei tesori naturalistici più famosi d'Italia. Sono innumerevoli le spiagge, i piccoli borghi e le calette che vale la pena visitare in questa zona, ma cercheremo di illustrarti i più caratteristici.

Porto Cervo
Anche per questa ridente località sarda, considerato il capoluogo della Costa Smeralda, il nome non è un caso: il porto naturale assume infatti la forma della testa di un cervo se visto dall’alto, e offre anche dal mare un paesaggio incantevole. La baia in cui si trova la cittadina, oltre ad essere uno dei più importanti centri turistici dell’isola, regala ai naviganti di passaggio svago, cultura ed esempi di archittetura sarda, come la Chiesetta di Stella Maris e la Piazzetta delle Chiacchiere. Salpando da Porto Cervo e dirigendosi lungo la costa a sud, è quasi d’obbligo visitare la Spiaggia di Pevero, nel Golfo omonimo, la Baia di Romazzino e la Spiaggia di Poltu Di Li Cogghj, chiamata più semplicemente, Spiaggia del Principe.
L'incantevole porto di Porto Cervo
L'incantevole porto di Porto Cervo

Golfo di Cugnana
Questa insenatura, a sud della Costa Smeralda, richiude in sé affascinanti punti d’interesse per i naviganti che decidono di passare per le sue acque. Non ospita solo spiagge paradisiache come nel caso di Cala di Volpe, ma veri e propri scorci esotici come Spiaggia di Rena Bianca, Liscia Ruja con la sua sabbia rosata e Punta Capriccioli, da dove si possono scorgere le isole di Soffi e di Mortorio, parte dell’Arcipelago di La Maddalena. Il golfo ospita nella parte sud Porto Rotondo, una località turistica di fama internazionale, che situata in un’insenatura naturale a semicerchio traccia i confini della Costa Smeralda.

Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena
Questo insieme di isolotti per lo più disabitati è situato a nord della Costa Smeralda e rappresenta il primo parco nazionale della Sardegna, includendo tra terra e mare più di 20.000 ettari di territorio. Navigando nelle vicinanze di questo paradiso è fondamentale tener ben presenti le norme imposte per la tutela di questa riserva naturale, ricca di preziosi ecosistemi.
Tutte le imbaracazioni che accedono al Parco Arcipelago di La Maddalena devono essere in possesso di un’autorizzazione, rilasciata dall’ente ufficiale del parco e a pagamento. Questo procedimento si può svolgere in pochi passi nella pagina web di quest’ultimo o personalmente presso i loro uffici. Le tariffe si applicano in base alla lunghezza dello scafo e possono permettere di accedere al parco per periodi che vanno da un giorno a un mese. La zona protetta è delimitata da boe rosse che vietano l’accesso e l’ancoraggio, avendo l’obbligo di rispettare una velocità massima di 7 nodi se si superano i 300 metri attorno all’area o di 15 nodi quando ci si allontana da questa.
L'isola de La Maddalena, nell'arcipelago omonimo
L'isola de La Maddalena, nell'arcipelago omonimo

Cosa fare in Costa Smeralda?

Questo angolo di paradiso, oltre a un mare cristallino e una natura selvaggia, regala a chi lo visita un pezzetto della propria storia e cultura, racchiuse in tanti dei suoi borghi antichi e Nuraghi millenari. Se hai voglia di esplorare la Costa Smeralda stando con i piedi per terra, ti proponiamo varie attività ed eventi che renderanno le tue pause dalla navigazione un’esperienza ancora più ricca e completa.

Regate di vela nel nord della Sardegna: Come citato anteriormente, settembre è perfetto per navigare in barca a vela e gli eventi organizzati in questo periodo renderanno questa disciplina la vera protagonista della stagione. Se sei appassionato di regate, non puoi perderti la Maxi Yacht Rolex Cup, una competizione che si svolge nelle acque di Porto Cervo i primi giorni del mese, che vede gareggiare varie tipologie di yacht, suddivisi in varie flotte. Altre gare di vela a cui puoi assistere sono: la Vela&Golf e la Sailing Champions League, guidate dai club più esperti del settore che ti intratteranno fino ad ottobre.

Gastronomia sarda: Non puoi dire di aver vissuto a pieno la Sardegna se non provi le sue prelibatezze. La cucina gallurese, tipica della zona nord-est, è legata alla tradizione pastorale dell’isola e sorprendentemente non include piatti di mare. Nei vari ristoranti ed agriturismi della zona potrai assaggiare ottimi formaggi come il pecorino, senza perderti il famoso Porceddu, un buon piatto di Malloreddus o di Fregola sarda, i gnocchi Chiusoni al ragù di cinghiale e l’immensa varietà di dolcetti galluresi. La fame di onde può decisamente aspettare per dare spazio ad un po’ di turismo gastronomico.
Un piatto di Fregola, pasta tipica sarda
Un piatto di Fregola, pasta tipica sarda

Vita notturna: Le notti sulla Costa Smeralda sono famose per il costante movimento, caratterizzato dai locali più esclusivi di Porto Cervo, ma anche dagli spettacoli e concerti organizzati nel maestoso anfiteatro di Porto Rotondo. Le strade di queste due località le notti d’estate non dormono mai e accolgono graziose boutique, piazzette pullulanti di genti ed eventi all’aperto, che rappresentano un’ottima alternativa alle nottate di guardia a bordo della propria barca.

Idee ed itinerari per il nord della Sardegna

Se stai sognando ad occhi aperti e fremi dalla voglia di trascorrere le tue prossime vacanze sulla Costa Smeralda, su Sailwiz.it troverai varie opzioni per solcare i mari della Sardegna. Potrai noleggiare una barca e navigare indisturbato per la regione o affidarti alle mani esperte dei nostri skipper, che ti accompagneranno più che volentieri alla scoperta di questo piccolo angolo di paradiso tra le acque cristalline. 
La Costa Smeralda ti aspetta!
La paradisiaca Spiaggia del Principe
La paradisiaca Spiaggia del Principe
  • Giulia
    Giulia Pigozzo
Cosa ne pensi di questo articolo?
La valutazione media è di 4,56/5
Naviga per le acque della Sardegna
Usiamo cookie proprietari e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Se prosegui nella navigazione, consideriamo che acconsenti all’utilizzo dei cookie.