x
Guías y consejos

Quanto costa noleggiare una barca?

25 Luglio, 2020
Noleggiare una barca è una delle opzioni per il tempo libero e le vacanze che stanno guadagnando più follower ogni anno. Insomma una piccola barca per trascorrere una giornata con la famiglia, con gli amici e visitare le migliori spiagge e calette della zona o per godersi diversi giorni o una settimana navigando attraverso una delle migliori destinazioni nautiche.
Tabella dei contenuti
Mostra
Nascondi
  • Dubbi prima di conoscere il prezzo del noleggio di una barca
  • Qual è il prezzo di una barca a vela per una settimana?
  • Esempi reali di prezzi di barche a vela in affitto
  • Extra obbligatori che dovrai pagare
  • Extra opzionali

Dubbi prima di conoscere il prezzo del noleggio di una barca

Quando decidiamo di noleggiare una barca ci sono alcune domande preliminari che dobbiamo sapere per poter fare la ricerca corretta. Per rendere la ricerca il più veloce possibile e per venire incontro ai desideri del piano di navigazione di chi noleggia la barca è bene sapere:
  • Che piano vogliamo fare? Un giorno in barca a vela, un fine settimana, una vacanza di più giorni ...
  • Quante persone vogliamo che salgano sulla barca?
  • Che tipo di navigazione? Crociera, regata, pesca, sci nautico, passeggiate ...
  • Vogliamo attrezzature speciali a bordo?
  • Abbiamo bisogno di uno schema ?
  • Dove vogliamo navigare?
  • In quale data vogliamo salpare?

Le risposte alle domande precedenti sono fondamentali per poter iniziare la ricerca della nostra barca a noleggio.

Qual è il prezzo di una barca a vela per una settimana?

Se il nostro piano è quello di trascorrere una settimana in vacanza con la famiglia o gli amici, la barca a vela è il tipo di imbarcazione più richiesta dalla maggioranza. Ci permette di vivere a bordo e di andare in barca a vela da una baia all'altra. Se vogliamo navigare in estate dobbiamo tenere presente che per avere opzioni da scegliere l'ideale è prenotare prima del mese di aprile. A partire da Pasqua, ogni settimana che passa è più difficile trovare una barca a vela per una settimana nelle destinazioni più gettonate, soprattutto se la vogliamo per luglio o agosto. Più tempo impieghiamo, meno opzioni abbiamo tra cui scegliere.

Ci sono diversi fattori che determineranno il prezzo del noleggio della barca:
  • Porto di imbarco: Se vogliamo noleggiare una barca alle Isole Baleari, in Croazia o nelle zone più famose d'Italia, è molto probabile che il prezzo sia notevolmente più alto, poiché gli ormeggi delle barche in quelle destinazioni possono essere il doppio o il triplo del costoso rispetto ad altre zone. Un'alternativa è noleggiarli nei porti più lontani dalle destinazioni più popolari e fare un viaggio di andata e ritorno dal porto. Ad esempio, ci sono molte persone che affittano sulla penisola per navigare verso le Isole Baleari.
  • Dimensioni della barca: il numero di persone che saliranno a bordo determinerà la lunghezza della barca. Ovviamente, maggiore è la dimensione, più è costoso. Se optiamo per un catamarano, il prezzo potrebbe essere superiore del 50% a quello di una barca a vela, ma ne guadagneremo in ampiezza.
  • Anno della barca: a tutti piace navigare con l'ultimo modello e trovare tutto nuovo. A differenza del noleggio di auto, l'offerta di barche è molto varia in termini di età. Le barche di meno di 4 anni sono notevolmente più costose. Se non siamo molto ossessionati dagli ultimi modelli, possiamo optare per barche più vecchie che, se ben tenute, possono offrire una navigazione ottimale e prestazioni di comfort.
  • Data di prenotazione: La data di prenotazione non determina il prezzo in quanto tale, a meno che non ci sia uno sconto per prenotazione anticipata, pensato per i lungimiranti che prenotano con più di 6 mesi o un anno di anticipo. Ciò che ci permette di effettuare la prenotazione prima è trovare molte più opzioni. A partire da maggio, se siamo fortunati, è probabile che avremo poche o una sola opzione di barche da noleggiare, cioè ciò che resta, soprattutto se cerchiamo qualcosa di ben preciso e non siamo flessibili sulle date.

Esempi reali di prezzi di barche a vela in affitto

Vediamo alcuni esempi, per avere un'idea, in euro, di quanto possiamo noleggiare diversi modelli di barche a vela. Gli esempi in questo elenco sono modelli tipici, di marchi noti, che possiamo trovare uguali o simili nelle destinazioni più gettonate.

Esempio di prezzi per noleggiare un Jeanneau Sun Odyssey 449
Jeanneau Sun Odyssey 449
Jeanneau Sun Odyssey 449

Abbiamo preso come esempio questa barca a vela di un cantiere riconosciuto, Jeanneau, con una lunghezza di quasi 14 metri, ideale per 8 persone, in quattro cabine, con due bagni. È una lunghezza abbastanza comune nell'offerta di noleggio di barche a vela per una settimana.

Come si é spiegato nel punto precedente, la stessa barca, in questo caso, dal 2016, la possiamo trovare in affitto a Ibiza in alta stagione per 4.990 euro per una settimana in agosto, mentre la stessa unità, se vogliamo noleggiarla in inverno per fare un percorso "meno caldo", in pieno Natale, dovremo pagare 2.190 euro, meno della metà. Un'opzione interessante è aspettare al fine settembre o l'inizio di ottobre, oppure andare avanti, noleggiando a fine maggio, in questi periodi possiamo trovare la stessa barca per 3.290 euro, il 34% in meno rispetto all'alta stagione e con un po 'di fortuna, possiamo godere di temperature molto buone.

Un altro fattore che influenza, è il porto in cui affittiamo. Lo stesso modello dell'esempio, in Croazia (Spalato) ha un costo in alta stagione di 4.180 euro e possiamo ottenerlo per meno di 3.000 euro a inizio giugno o fine settembre. Possiamo quindi trovare lo stesso modello di barca in un porto fino al 30% in meno rispetto a un altro, nella stessa settimana dell'anno. Questo non si applica ai porti vicini, ma può essere un fattore importante quando si decide un paese ogni anno.

Extra obbligatori che dovrai pagare

Oltre al prezzo della barca, ci sono alcuni extra obbligatori che devono essere sempre presi in considerazione e che comportano un costo aggiuntivo che non dobbiamo dimenticare, per una settimana questi sono i tipici extra che possiamo trovare:
  • Pulizia, lenzuola, asciugamani, ecc ... a volte noto come "Comfort Pack", può variare da 150 euro a 500 euro, qui influenzano anche il tipo di barca e la destinazione.
  • Gommone ausiliario e motore fuoribordo: essenziali per scendere a terra quando ancoriamo. Alcune aziende non lo fanno pagare e altre intorno ai 100 euro.
  • Tasse di soggiorno: dipendono dal paese e anche dalla regione di ciascun paese. In alcuni non viene pagato e in quelli che lo sono, di solito non è molto, generalmente meno di 50 euro.

Queste spese vengono solitamente pagate al momento dell'imbarco, direttamente alla compagnia proprietaria della barca, anche se in alcune occasioni può essere richiesto anche il pagamento anticipato, al momento della prenotazione della barca.

Extra opzionali

Oltre al costo della barca e al costo degli extra obbligatori, c'è un lungo elenco di opzioni disponibili che possiamo noleggiare insieme al noleggio della nostra barca. Non tutte le società hanno tutte le opzioni, i proprietari che hanno una sola barca offrono alcuni extra opzionali di base, per le aziende con flotte più grandi hanno più opzioni. Gli extra opzionali più comuni sono:
  • Skipper professionista: Indispensabile se non si possiede la qualifica nautica adeguata per imbarcare la barca o se, pur possedendola, si preferisce essere indifferenti a volte e lasciare la responsabilità ad un altro skipper. Il costo di uno skipper è compreso tra 150 euro e 200 euro ogni giorno. È un costo considerevole che per una settimana è addirittura superiore al costo del corso e degli stage in una scuola nautica per l'ottenimento della qualifica.
  • Carburante e acqua: in realtà non si tratta di extra opzionali in quanto tali, poiché sono spese che sicuramente dovremo sostenere, ma sono variabili a seconda dei nostri consumi. Nelle barche a vela, i costi del carburante sono bassi se navighiamo principalmente a vela e anche il riempimento dei serbatoi dell'acqua è molto economico. Non dovrebbe essere un costo in totale superiore a 100 euro a settimana.
  • Ormeggi e boe: questa è un'altra spesa extra che dobbiamo pagare se vogliamo ormeggiare in porto. In molte destinazioni è comune passare le notti ancorati durante la settimana risparmiando questa spesa, ma se un giorno vogliamo ormeggiare in porto in una boa, dovremo pagarne il costo. In questo caso, a seconda del porto, del mese dell'anno e delle dimensioni della nave, possiamo trovare opzioni da 50 euro a 500 euro al giorno. E a volte, nelle destinazioni più gettonate, in estate, non ci sono possibilità di ormeggio a causa dell'ampia differenza tra domanda e offerta.
  • Giocattoli a bordo: in questo capitolo troveremo una vasta gamma di opzioni: tavole da paddle surg, kit da pesca, ciambelle, attrezzatura per lo snorkeling, attrezzatura da sci ... Ogni giocattolo con il suo prezzo corrispondente.
  • Cuoco o hostess a bordo: per chi vuole vivere come un re durante le proprie vacanze, la possibilità di assumere una persona che si occupi della cucina e delle pulizie è un plus da considerare. Il costo può variare dagli 80 ai 200 euro al giorno (questo dipende molto dal paese e dalla destinazione in cui andremo).

Possiamo trovare molte altre opzioni per l'attrezzatura della barca, le vele, i trasferimenti dall'aeroporto e persino le attività di noleggio nella nostra destinazione.
Cosa ne pensi di questo articolo?
La valutazione media è di 4,75/5
Usiamo cookie proprietari e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Se prosegui nella navigazione, consideriamo che acconsenti all’utilizzo dei cookie.